Fosca Rovelli

Inizia il suo percorso lavorativo diplomandosi come disegnatrice edile ma, dopo aver lavorato qualche anno, sente forte l’esigenza di intraprendere una nuova sfida nel campo dell’arte: un ramo che da sempre la affascina.

Biografia

Fosca Rovelli si diploma come restauratrice di stucchi e affreschi nel 2004.

Parallelamente alla sua attività professionale, ama approfondire e riscoprire in via del tutto sperimentale, le tematiche legate alle tecniche pittoriche tramandate negli antichi ricettari (Cennino Cennini, Vitruvio, ecc.) riproponendo in chiave moderna tecniche ormai dimenticate come l’affresco, la doratura e l’encausto.

Segue dei corsi di specializzazione e frequenta gli atelier di alcuni artisti affermati della regione (Dina Moretti e Loredana Müller-Donadini – tecniche pittoriche; Gabriela Carbognani-Hess – calligrafia espressiva; Lorraine Eidenbenz – ceramica).

Nel 2007, presso il laboratorio dell’artista Luca Leandri, in Umbria, avviene il battesimo con l’argilla e nasce la passione per la ceramica Raku* (il cui significato sta a significare: gioire il giorno).
Qui, oltre ad acquisire le prime nozioni nella modellazione dell’argilla, l’impiego degli smalti e degli ossidi, impara la tecnica di cottura per mezzo di un rudimentale ma efficientissimo forno a gas (costruito grazie all’indispensabile aiuto del marito Ivano, utilizzando un bidone dell’olio) con il quale si possono raggiungere temperature superiori ai 1’000 gradi.
Ancora oggi tutte le ceramiche create dall’artista vengono cotte con questo forno.

Nel corso del 2013 approfondisce ulteriormente le sue conoscenze partecipando a workshop di scrittura e calligrafia con Massimo Polello (Torino) e di “Scultura e superficie” in toscana presso la Scuola Internazionale d’arte ceramica di Pietro Maddalena e con Orietta Mengucci (Roma).
Nel suo atelier situato a Lelgio in Capriasca, da libero sfogo alla sua creatività: come in un laboratorio alchemico, i quattro elementi Terra, Aria, Acqua e Fuoco si rinnovano e si trasformano dando origine alle opere pittoriche e ceramiche dell’artista.